École Universitaire Internationale premiata per la miglior ricerca

 

Per il secondo anno consecutivo École Universitaire Internationale è stata invitata a partecipare al Congresso mondiale sulle violenze sessuali a Orlando Florida U.S.A.Logo ecole universitaire internationale

Su 4 mila partecipanti la ricerca di École ha vinto il primo premio.

Tra le 15 finaliste era l’unica che rappresentava l’Europa.

Il team, composto da 5 ragazze, tutte sotto i 30 anni, in cui ognuna ha una competenza specifica, ha proposto la seconda parte della ricerca presentata a Washington lo scorso anno.

Cinque i punti fondamentali della loro ricerca incentrata sulla droga dello stupro e le violenze sessuali:

1) A livello medico-investigativo il riconoscimento di alcuni dolori posturali che consentono di riconoscere le vittime inconsapevoli della sostanza, consentendo così l’avvio di indagini;

2) La scoperta del diretto aumento di cortisolo nei soggetti a cui viene data la sostanza;

3) Individuata la possibilità e metodologia per far riaffiorare le informazioni/ricordo nell’amnesia retrograda causata dalla sostanza;

4) Redatto un protocollo che sarà a disposizione di personale medico e polizia da usare in caso di violenza sessuale;

5) Si sta lavorando per la ricostruzione delle parti neuronali che vengono danneggiate dalla droga.

Per la prima volta in 30 anni una ricerca ha suscitato un interesse così importante da ottenere una menzione d’onore l’anno scorso, e l’invito a partecipare direttamente quest’anno.

L’anno scorso il vicepresidente degli Stati Uniti Joe Biden ha conferito menzione d’onore al gruppo di ricerca tutto italiano, composto da giovani ricercatrici.

Tutte italiane le dottoresse ricercatrici:

  • Sabrina Magris
  • Martina Grassi
  • Francesca Fanti
  • Monica Zanzarella
  • Teresa Pavone

Sito web ufficiale

Shares
Share This